Crazy London

Ogni volta che vado a Londra scopro qualcosa di nuovo e di diverso. Le mie zone preferite sono senza dubbio Camden Portobello, senza disdegnare tutto il resto ovviamente. Marzo 2008 torno a Londra per un brevissimo weekend. Il primo giorno corro a Camden … Di sabato e domenica è impraticabile, meno male che è venerdì.Camden è un quartiere molto particolare, gremito di negozietti pazzi che vendono qualsiasi cosa : vestiti eccentrici, di pelle, di pizzo, punk, ma anche soprammobili antichi, monili vittoriani, strane bottiglie per il latte, lampade antiche, mobili … mi ci perdo in questi labirinti. Appena un mese fa c’è stato un grosso incendio, una piccola parte infatti è bruciata, compreso il pub dove spesso andava Amy Winehouse, che abita poco lontano da lì (Kentish). Adoro anche la gente che cammina per queste strade…vestiti come capita, oppure con la massima cura nei dettagli….creste altissime, capelli rosa, la massima espressione di chi si abbiglia senza paura dei giudizi degli altri. Liberi. Pazzi. La musica esce da ogni piccolo negozio, si possono trovare anche vecchi vinili qui, o vecchie locandine di concerti, poster di gruppi musicali della Swinging London o del punk degli anni 70.
Qui è carino anche alla sera..Londra è famosa per i suoi Club, è vero, ma qui ci sono locali un po’ più caratteristici, sempre in tema con questa atmosfera unica.
Mi fermo, mi guardo intorno. Faccio un bel respirone. Non posso non fare un salto qui tutte le volte, ma è già ora di riprendere la metro.