Jerash, sito storico ed archeologico di Giordania, risalente all’età del bronzo

L’antica Gerasa, una cinquantina di chilometri a nord di Amman, capitale della Giordania , era abitata già più di 5.000 anni fa. Stupenda città greco-romana, molto ben conservata.Quando ci sono andato la prima volta accompagnavo una troupe cinematografica statunitense che girava un documentario turistico sulle destinazioni Alitalia in Medio Oriente.

.Arrivati sul posto, dopo aver sorseggiato diverse bevande, calde e fredde, che ci volle a tutti i costi offrire, alla accogliente e ciarliera guida locale, con la sua kefia rossa e bianca, abbiamo chiesto di indicarci un particolare curioso.
Ci portò, lentamente, verso il Tempio di Zeus, in posizione dominante; ci guardò con curiosità e disse: vedete questo colonnato davanti a voi? Bene, una di queste colonne oscilla con il vento. Trovatela.
E si sedette a fumare, poco più in là.
Le colonne, alte una decina di metri, saranno pesate tonnellate; sembrava assolutamente impossibile che potessero oscillare con il vento!
Eppure… accettammo la sfida e cominciammo a ragionare: alcune erano collegate da architravi e le scartammo; altre, isolate, attirarono la nostra attenzione e cominciammo ad ispezionarne le basi, finché arrivammo ad una sul lato est del tempio, esposto al vento in quel momento.
Abu Ibrahim, la nostra guida, si alzò e si avvicinò: l’avete trovata!
La colonna sembrava non poggiare bene sul suo basamento, lui mise un dito tra base della colonna e basamento e disse: sentite, come si muove!
Prima scettici e timorosi poi entusiati facemmo altrettanto e sentimmo la pressione della colonna sul dito cambiare, proprio come se la colonna oscillasse.
Abu Ibrahim si chinò, raccolse un coccetto e un sassolino; infilò il primo sotto la base della colonna e il  secondo sotto il coccetto a formare una minuscola leva. Quella leva, andando su e giù con l’oscillazione della colonna, ne amplificava il movimento e permise alla troupe di filmare una sequenza incredibile, tra le più intriganti di “Middle East Caravan“.
La colonna è ancora lì e presumibilmente oscilla ancora sotto la spinta del vento. E’ la seconda dallo spigolo nord-est del Tempio di Zeus a Jerash

. Se non ci credete andate a controllare!
Forse, Abu Ibrahim non ci sarà più ma troverete certamente un’altra guida che conosce il segreto.